Illuminazione pubblica, nuove tecnologie e risparmio - Rete Civica del comune di Trezzano sul Naviglio

archivio notizie - Rete Civica del comune di Trezzano sul Naviglio

Illuminazione pubblica, nuove tecnologie e risparmio

 

Trezzano sul Naviglio, 11 settembre 2017 – Una nuova gestione del servizio di illuminazione pubblica entro il primo semestre 2018, puntando sulla riqualificazione delle rete e dei corpi illuminanti e ottenendo una razionalizzazione della spesa pubblica mediante l’utilizzo di nuove tecnologie.


Prosegue il percorso avviato dall’Amministrazione comunale nel corso dell’anno 2016 con l’acquisizione di tutti gli impianti da Enel Sole. Conclusa questa fase, gli uffici hanno pubblicato sulla piattaforma Sintel (mercato elettronico regionale) una manifestazione di interesse per individuare un soggetto promotore per “la gestione e manutenzione degli impianti, la relativa fornitura di energia elettrica e l’esecuzione di lavori di riqualificazione degli impianti con la conversione a LED di tutti i centri luminosi”. Il termine per partecipare all’indagine di mercato è il 30 settembre. 

 

“La riqualificazione dei nostri impianti di illuminazione pubblica – dichiara il sindaco Fabio Bottero – è tra le nostre priorità: una città ben illuminata è una città più sicura, contribuisce a migliorare la viabilità e può essere un deterrente contro atti vandalici e reati. Proprio per questo abbiamo intrapreso tutte le azioni che porteranno a una riqualificazione globale della rete e all’uso di nuove tecnologie per rendere il servizio più efficiente con un risparmio per l’Ente e tutti i cittadini. Contiamo di arrivare alla nuova gestione entro il primo semestre del 2018 ma nel frattempo non stiamo fermi: su mandato dell’Amministrazione, dopo una ricognizione ad ampio raggio sul territorio, gli Uffici hanno stabilito la riattivazione di 41 centri luminosi (con una spesa di circa 35.430 euro), a partire da settembre”. 

 

Le strade interessate dal ripristino degli specifici centri luminosi (c.l.) a suo tempo eliminati sono le vie Adige (c.l. n. 1736), Arno (c.l. nn. 1716 e 1717), Bembo (c.l. n. 111), Bruno (c.l. nn. 366 e 367), Caro (c.l. nn. 105 e 107), Cavalcanti (c.l. nn. 160 e 161), Fermi (c.l. n. 987), Isonzo (c.l. nn. 1752 e 1756), Mincio (c.l. n. 2316), Malibran (c.l. nn. 664 e 668), Patti(c.l. nn. 590, 598, 599, 600), Schipa (c.l. n. 567), Caruso (c.l. n. 531), Goldoni (c.l. nn. 1020, 1026, 1028, 1031, 1036, 1037, 1039), Caldara (c.l. n. 625), Luzzati (c.l. n. 1127), Marchesina (c.l. n. 1275), Pasolini (c.l. n. 1843), Edison (c.l. n. 220), D’Azeglio (c.l. n. 1068), Verga (c.l. n. 866), Salvini (c.l. n. 5210), Circonvallazione (c.l. n. 1792), Rimembranze (c.l. n. 5205), Campanella (c.l. n. 395), Buozzi (c.l. n. 1913). 
È prevista la fornitura di apparecchi led per l’illuminazione stradale e in molti casi anche la fornitura e la posa dei pali.  

Comunicazione istituzionale
comunicazione@comune.trezzano-sul-naviglio.mi.it


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (8 valutazioni)