Consiglio comunale straordinario - Rete Civica del comune di Trezzano sul Naviglio

archivio notizie - Rete Civica del comune di Trezzano sul Naviglio

Consiglio comunale straordinario

 

Trezzano sul Naviglio, 24 ottobre 2017 – Il presidente del Consiglio comunale Claudio Albini ha convocato per questa sera il Consiglio comunale in modo che l’Amministrazione comunale possa informare nel dettaglio su quanto avvenuto il 12 ottobre scorso quando, nel pomeriggio, è scoppiato un incendio nell’area ex Scapa di via Cellini
Il Consiglio si riunisce alle ore 20.45 presso il Centro Socio Culturale “Carlo Alberto dalla Chiesa” (sala al primo piano). Saranno presenti anche i tecnici comunali e Fabrizio Protti, presidente dello Sportello Amianto Nazionale. 

Le fiamme hanno coinvolto il capannone dismesso di 5 mila metri quadrati. I locali erano vuoti e l'incendio ha interessato quattro grandi celle frigorifere con particolare coinvolgimento del mate-riale di coibentazione. Non si sono verificati crolli e la copertura in eternit, diversamente da quanto ipotizzato nelle prime ore dell’evento, non è stata interessata in quanto so-pra le lastre ne risultano posate altre a protezione delle stesse.

La coltre di fumo sprigionata dalle fiamme si è diffusa su tutto il territorio, tanto da allarmare anche i Comuni vicini e rendere necessaria l’attivazione dell’Unità di Crisi Locale come prevede il Piano di Emergenza Comunale. Immediato, già nel pomeriggio, l’intervento del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano e del suo personale NBCR (Nucleare Batteriologico Chimico Radiologico) per monitorare l’aria sia nel sito che in diversi punti adiacenti, rilevando quantità di agenti inquinanti non pericolosi per la popolazione

Sul luogo dell’incendio, in serata, anche Polizia locale, volontari di Protezione Civile del COM2, i tecnici comunali, i Sindaci. Sul luogo dell’incendio anche i tecnici di ATS e ARPA, la Protezione Civile di Milano, la maxiemergenze AREU 118, alcuni rappresentanti della proprietà, i tecnici di Enel. 

Il Gruppo Base della Guardia Ambientale di Arpa ha attivato il Gruppo di Supporto Specialistico Contaminazione Atmosferica (GSS-CA), intervenuto sul campo alle ore 21. È stato installato un sistema di campionamento ad alto volume per la raccolta di campioni da destinare alle analisi di microinquinanti in fase particolato e in fase gassosa. Come sito di campionamento è stato individuato, in accordo con l’Amministrazione, un punto presso gli uffici della Polizia locale in via Gioia, dove peraltro si segnalavano cattivi odori correlabili al fumo prodotto dall’incendio. 
Il sistema di campionamento è stato attivato alle 22.25 di giovedì sera e interrotto alle 10.22 del giorno successivo e subito dopo ripreso fino alla mattinata di sabato. 

Tenuto conto del materiale presente e vista la possibilità di materiale plastico contenente cloro nel materiale coibente le celle frigorifere, si è ritenuto necessario richiedere ai Laboratori di ARPA l’analisi delle diossine, dei furani (PCDD-DF) e degli idrocarburi policiclici aromatici (IPA). A titolo puramente conoscitivo si è richiesta anche l’analisi di PCB. 
Tutti i valori sono risultati inferiori ai limiti stabiliti dalle normative e dai valori di riferimento. 

“In conclusione – così termina la relazione di Arpa – si può affermare che il primo giorno dell’incendio si è avuta una alterazione della qualità dell’aria ma comunque entro i valori di riferimento previsti dalla normativa italiana, dalle direttive europee e dalle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il giorno 14 ottobre, ovvero ultimo giorno dell’evento, la qualità dell’aria relativamente ai microinquinanti è tornata alla sua normalità”. 


Comunicazione istituzionale
comunicazione@comune.trezzano-sul-naviglio.mi.it


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (7 valutazioni)