Uffici comunali, apertura al pubblico sospesa fino al 1° marzo. Ingresso su appuntamento per urgenze - Rete Civica del comune di Trezzano sul Naviglio

archivio notizie - Rete Civica del comune di Trezzano sul Naviglio

Uffici comunali, apertura al pubblico sospesa fino al 1° marzo. Ingresso su appuntamento per urgenze

 
Trezzano sul Naviglio, 25 febbraio – In relazione alla delicata situazione determinata dall’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, l’Amministrazione comunale ha deciso di riaprire al pubblico gli sportelli comunali lunedì 2 marzo. Fino a quel momento i dipendenti comunali non riceveranno i cittadini.
Questa decisione è dovuta alla necessità di assicurare le più efficaci condizioni di sicurezza dei servizi di sportello, a tutela dei dipendenti comunali e dei cittadini, seguendo le indicazioni fornite dal responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Le difficoltà di approvvigionamento dei presidi sanitari necessari (dispenser di liquido disinfettante e mascherine di cat. Ffp2 o Ffp3) per le due sedi comunali e il Comando di Polizia Locale, non consentono di raggiungere nell’immediato questo obiettivo.
“Ci scusiamo per il disagio ai cittadini – spiega il sindaco Fabio Bottero – ma è nostro dovere garantire i servizi in condizioni di sicurezza sia per gli utenti sia per il nostro personale dipendente.  A ognuno di noi in questo momento tocca agire in modo prudente e responsabile, senza eccessi e senza leggerezza. Ci affidiamo alle autorità nazionali e regionali e soprattutto al personale medico e sanitario che in queste ore sta lavorando senza sosta per contenere l’emergenza sanitaria”.
Sarà consentito agli utenti l’ingresso su appuntamento in caso di emergenze per i Servizi di Anagrafe e Stato Civile (per informazioni: tel. 320 4242497 – dgalli@comune.trezzano-sul-naviglio.mi.it).
L’Ufficio di Protocollo sarà chiuso ma si ricorda che è possibile inviare i documenti via pec. Gli adempimenti tributari in scadenza a fine febbraio (in particolare, TOSAP per tutte le tipologie di utenze e Richiesta rimborso TARI per le attività produttive) saranno differiti al 31 di marzo con apposito provvedimento del funzionario responsabile.
Per problemi urgenti e chiarimenti su questione specifiche, contattare gli uffici dedicati:
Polizia Locale: 02 48418270
Anagrafe: 020248418.205-238-247-228
Stato Civile: 0248418.202-210-211
Concessioni Cimiteriali: 0248418.206
Ufficio Messi: 0248418.225
Ufficio Protocollo: 0248418.207
Ragioneria: 0248418.223
Servizio Tributi: 0248418.212-213-214
Servizi Sociali: 0248418.260-312
Servizio Territorio (Edilizia/Urbanistica): 0248418283
Suap e Commercio: 0248418.301-302-303
Ambiente e Trasporti: 0248418.292-297
Lavori Pubblici: 0248418.281-282
Servizi scolastici: 0248418.298-342
Cultura e Sport: 0248418.252-253-255
Altri numeri utili:
Per informazioni sul Coronavirus: 1500 (Ministero della Salute)
Per sintomi sospetti: 800 894 545 (Regione Lombardia)
Per emergenze: 112
In attesa di eventuali comunicazioni, ricordiamo i contenuti dell’Ordinanza del Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Lombardia, valida fino al 1° marzo 2020:
- sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico;
- chiusura dei nidi, dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani a esclusione di specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;
- sospensione di ogni viaggio d’istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero;
- previsione dell’obbligo da parte degli individui che hanno fatto ingresso in Lombardia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione mondiale della sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, che provvede a comunicarlo all’autorità sanitaria competente per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva;
Le chiusure delle attività commerciali sono disposte in questi termini:
    • bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento aperto al pubblico sono chiusi dalle ore 18.00 alle ore 6.00; verranno definite misure per evitare assembramenti in tali locali;
    • per gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati è disposta la chiusura nelle giornate di sabato e domenica, con eccezione dei punti di vendita di generi alimentari;
    • per le manifestazioni fieristiche, si dispone la chiusura.
Si invitano gli esercenti ad assicurare idonee misure di cautela.
Alcune precisazioni:
- I mercati comunali del giovedì restano APERTI
- I gestori di esercizi commerciali che prevedono al proprio interno più attività (hotel con bar, ristorante con bar) devono seguire le regole previste per le singole attività ovvero bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento al pubblico sono chiusi tutti i giorni dalle 18 alle 6 (ad eccezione per i bar all’interno dell’hotel che restano comunque aperti per garantire il servizio ai soli ospiti della struttura).
- In linea generale si invitano i gestori delle attività commerciali a mettere in atto tutte le misure necessarie per evitare nei propri locali gli assembramenti a rischio.
- Per lo svolgimento delle attività dei ristoranti al momento non sono previste restrizioni. I gestori sono invitati comunque  a mettere in atto tutte le misure necessarie per evitare nei propri locali gli assembramenti a rischio.
- Sono chiuse le palestre, i centri sportivi, le piscine, i centri benessere. Le attività all’aperto possono essere svolte ad eccezione dell’utilizzo degli spogliatoi.
- Le attività di centri culturali, centri sociali, circoli ricreativi restano chiuse.
DIECI COMPORTAMENTI DA SEGUIRE
1. Lavati spesso le mani
2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico
6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
8. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
9. Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni
10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (18 valutazioni)